Fase 2 coronavirus. Il dovere del senso di responsabilità di ognuno.

Maggio 03, 2020 133

A partire dal 4 Maggio il parziale allentamento della fase uno entrerà nel diritto di ogni cittadino. La fase 2 entrerà nel vivo con il ritorno al lavoro di quasi 5 milioni di lavoratori nelle attività produttive e la maggiore circolazione di ognuno di noi nel rispetto degli ultimi decreti del Governo nazionale e regionale. Non è il liberi tutti. Deve essere chiaro affinchè prevalga il senso di responsabilità di ognuno e soprattutto a prevalere deve essere il senso della comunità già ampiamente dimostrata da noi cittadini di Regalbuto dal momento delle restrizioni. A prevalere deve essere la forte volontà di aderire al distanziamento fisico e di auto-regolarsi uniti ad una costante igiene personale. Senza questa premessa qualsiasi sia la data di riapertura parziale o totale  non servirà a nulla , alla luce del fatto certo che il virus continuerà a circolare tra di noi anche nelle prossime settimane se non mesi. Si può affermare dunque che la seconda ondata è nelle nostre mani. Distanziamento, prudenza, guanti e mascherina sempre a portata di mano, igiene personale, evitare gli assembramenti, sono tutti o parte delle regole per la convivenza con il coronavirus. E' su queste basi che la nostra comunità deve continuare a muoversi perchè solamente in questo modo riusciremo a controllare il diffondersi del virus fino a quando un vaccino o qualche altro sistema medico ci renderà immuni. Lo dobbiamo a noi stessi, ai nostri familiari, alla nostra comunità, ai medici e infermieri del Covid-19 , ai tanti volontari e forze dell'ordine , al nostro stesso sistema sanitario che non potrebbe reggere uno tzunami di ritorno del virus.