A questo punto è nostra opinione il fatto che la denuncia resa pubblica anche sui giornali del gruppo consiliare Regalbuto Riparte sulla tempistica delle autorizzazioni per la realizzazione dell'impianto di Biogas nel territorio di Regalbuto,potrebbe avere strascichi polemici  ( il condizionale è obbligo) sull'intera vicenda e su eventuali responsabilità. Siamo altresì certi che dalla maggioranza arrivi un intervento che contribuisca a chiarire l'intera vicenda. In sintesi Regalbuto Riparte nella dichiarazione resa dal consigliere Gianni Meli durante i lavori del consiglio comunale , ha sottolineato la difformità nei tempi dei rilasci delle autorizzazioni del Suap e dell'assessorato regionale territorio e ambiente. In pratica a detta dei consiglieri comunali di minoranza si erano iniziati i lavori prima ancora del rilascio delle autorizzazioni con la sola certificazione Pas ( procedura abilitativa semplificata)  del Comune avvenuta il il 9 gennaio 2017 mentre i lavori erano già iniziati il 4 gennaio dello stesso anno senza l'autorizzazione ambientale unica di competenza dell'Arta. Il gruppo Regalbuto Riparte ha reso noto anche che il 13 dicembre 2016 l'assessorato regionale aveva esaminato il progetto riscontrando carenze nei documenti presentati e aveva chiesto la necessaria integrazione prima del rilascio del nulla osta. Documenti che a detta della minoranza l'assessorato regionale ha acquisito cinque mesi dopo l'inizio dei lavori. C'è da registrare infine la dichiarazione sul giornale resa dal capogruppo Maria Carmela Romano , sulle preoccupazioni di ordine ambientale sulle colture della zona. 

C'è grande attesa per le sfilate finali del Carnevale 2018 che a Regalbuto è sempre molto partecipato. Intanto anche il fine settimana appena archiviato ha registrato il "tutto esaurito" soprattutto in Piazza e nella centralissima via G.F.Ingrassia con le maschere che si sono divertite tra balli, visite al bar e coriandoli. Sabato scorso è andato in scena Grease con il premio ai migliori selfie, mentre domenica sera i "pirati" è stato il tema per i bambini. 

L''Aurora Ecocell Agira Volley è tra le 4 squadre regionali di serie C a giocarsi la final four di Coppa Sicilia di Pallavolo. E' questo il verdetto che è uscito al fischio finale della gara giocata domenica sera al palaurselluzzo contro il Trinisi. Tre a zero il finale con i soliti parziali da capogiro a favore del team di Agira ( 25/10 ;25/15;25/18) che per tutto l'arco dell'incontro, sospinto dal sempre numeroso pubblico di casa, ha controllato la partita e non ha mai consentito agli avversari di poter impensierire i padroni di casa. " E' per noi motivo di orgoglio - ci dice mister Antonio Millauro -la squadra ha sfoderato una ennesima grande prestazione sia in difesa che nei contrattacchi vincenti. Voglio ringraziare tutti ma in particolar modo il pubblico che ad Agira è l'ottavo giocatore in campo." Dunque Agira alla final four regionale dove siamo certi che i ragazzi del presidente Lupo potranno giocarsela al pari delle altre squadre di serie C. Detto che le squadre di C e D hanno osservato un turno di riposo prima dell'inizio dei gironi di ritorno, l'attenzione è tutta nei campionati territoriali ed in particolare nella prima divisione. In campo maschile è ancora una volta Kentron Enna a inseguire la capolista Papiro Volley che a sua volta ha vinto in casa contro il Tarblitz Calascibetta. Tre a uno il finale al Palapisciotto per il team di Enna contro la Messaggerie Bacco che aveva sorpreso i padroni di casa vincendo il primo set ma poi si sono dovuti arrendere al maggior tasso tecnico dei ragazzi di Tino Pregadio. In prima divisione femminile la caratteristica delle gare è stata che sono state vinte da tutte con il punteggio di tre a zero. Alla fine del girone di andata per le squadre ennesi la classifica dice che bisognerà lottare fino in fondo per uscire dalla zona medio bassa. L'Agira ha perso in casa contro la forte Acicatena e dunque resta ferma ( oramai avviene da parecchie giornate) a 10 punti raggiunta dalla Pasta Fresca Ciraulo che si è imposta in casa contro l'Ameselon di Regalbuto mentre Meeting Troina non ha giocato. In classifica Pallavolo Caltagiorne e Acicatena in testa alla classifica, mentre in zona retrocessione ci sono sia Meeting Troina che Ameselon e quest'ultima domenica prossima ospiterà proprio la capolista Caltagirone prima di osservare un turno di riposo. Infine vogliamo segnalare il fatto che nel campionato Under 16 maschile giorne A Kentron Enna guida la classifica con 21 punti assieme alla Gupe.

Per le serate a tema della 71^ edizione del Carnevale di Regalbuto , stasera andrà in scena "Grease " I partecipanti dovranno vestirsi con costumi a tema Grease e scattarsi un selfie pubblicandolo nella pagina facebook del “Carnevale di Regalbuto” aggiungendo l’hashtag: #carnavalediregalbuto2018 Chi avrà più like vincerà buoni omaggio offerti dai negozianti locali.

Il 31 gennaio 2018, avrà luogo a Centuripe, presso l’Istituto per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera in via Dante Alighieri 1, l’ iniziativa “Open Day” dedicata alla promozione dell’Istituto.

In particolare in occasione della giornata “Scuola Aperta”, mercoledì 31 gennaio dalle ore 9 alle 18, la scuola spalancherà le porte per accogliere genitori, alunni potenziali iscritti e tutti quanti vorranno conoscere l'istituto dall'interno.

Sarà dunque, una giornate speciale per l'Istituto “centuripino", che ha implementato la sua offerta formativa con altri indirizzi sempre più al passo con i tempi e con il mondo del lavoro che richiede nuove figure professionali.

Il Dirigente Scolastico, prof. Serafino Lo Cascio: “il nostro istituto, tramite l’insegnamento di tecniche innovative, valorizza le risorse enogastronomiche del nostro territorio.

“Un assaggio” di ciò che si fa nella scuola e delle capacità che i ragazzi hanno già acquisito e stanno approfondendo, si potrà avere proprio nella giornata suddetta.

Saranno in funzione i laboratori di sala e cucina, quelli di ricevimento e linguistici, verranno allestiti angoli per lo show cooking, latte art e il flair, dove gli allievi dell’Istituto prepareranno ricette di tendenza.

Inoltre in occasione, verrà attivato dalle ore 9 alle ore 18 uno sportello per l’iscrizione online degli alunni interessati, assistito dalla segreteria dell’Istituto.

Non piove governo ladro ! Quella poca pioggia che fino ad ora è caduta non è bastata a ridare quell'immagine cui eravamo abituati a vedere. Quella di un lago, il Pozzillo, tra i più grandi artificiali,con limpide acque e l'isolotto orgoglio di quei regalbutesi che non si arrendono a immaginare uno specchio d'acqua così povero. C'è grande preoccupazione da parte di tutti: dagli operatori economici ma soprattutto dagli agricoltori del comparto agrumicolo perchè se continuerà a non piovere sarà impossibile poter contare sull'acqua del Pozzillo per irrigare.Lo dicono in tanti,lo dicono chi ha un pezzo di agrumeto a valle dell'invaso fino alla piana di Catania. Dopo il caldo record dell'estate 2017 , ci si aspettava quanto meno un autunno/inverno piovoso e nevoso che avrebbe colmato le speranze di tutti. La crisi idrica sta investendo tutta l'Isola. A Palermo si paventano l'uso dei dissalatori. Le falde acquifere sono quasi all'asciutto. Si moltiplicano le richieste da parte dei Comuni di calamità naturale.In tutto ciò non mancano chi ancora spera che nei prossimi mesi ci sarà una estensione della stagione invernale. Intanto i mandorli sono anticipatamente in fiore e le mimose lo sono quasi. Ma il Lago, il nostro lago non ha ancora l'aspetto cui siamo abituati ad ammirare. Non piove governo ladro ! 

Battendo con il classico tre a zero il Bronte, il Volley Agira si assicura la partecipazione alla coppa Italia e conquista la seconda posizione in classifica alle spalle del forte Papiro Volley che oramai veleggia verso la ri-promozione in serie B. A trascinare il team di mister Millauro , come al solito  il pubblico, sempre numeroso e presente che si è divertito per tutto l'arco dell'incontro che sebbene i parziali ( 25-18 ; 25-18 ;25-20 ) a tratti le due squadre hanno lottato punto su punto. Al giro di boa dunque il Volley Agira con 26 punti si conferma come una delle due squadre del girone in lotta per la promozione. Buone notizie arrivano anche da Nicosia dove i Diavoli Rossi a Sant'Agata Li Battiati vincono sul fanalino di coda Gupe per tre a zero anche se per ora , alla luce dei risultati delle altre squadre, mantengono la precaria posizione in classifica ma non in zona retrocessione. Dopo il turno di riposo Agira giocherà a Battiati mentre i Diavoli si recheranno a Giarratana. In serie D altra buona notizia da Nicosia è il successo casalingo delle ragazze della Naf Nicosia contro Ultima TV. Una vittoria importante per il team di Salvatore D'Amico che si avvicina sempre di più ad una posizione in classifica più congeniale per Diana Ferraloro e compagne. Vince a che Kentron Enna a Raffadali e si conferma una delle squadre del girone che anche nel girone di ritorno potranno contrastare il passo alle più forti avversarie Nike San cataldo e Gela. In prima divisione maschile finisce con un tre a due per Oradonbosco lo scontro con Kentron , con parziali da capogiro , specie il quinto set finito con il punteggio di 19/17 per i padroni di casa. Tarbliz di Calascibetta invece si è dovuta arrendere a Bronte e dunque è ancora a secco di vittorie. Nella prima divisione femminile vincono tutte le squadre fuori casa e tra queste la Ro.Va Volley che a Regalbuto è riuscita a battere Amèselon. Le ospiti subivano il gioco durante tutto il primo set perso 25/22, ma poi hanno fatto valere forse la maggiore esperienza che in alcuni tratti dell'incontro è servita soprattutto nel corso del terzo set. 

Alcuni campionati si avviano al fatidico giro di boa del girone di andata e in genere le società inizieranno ad esaminare lsia l'andamento del campionato che i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi di inizio stagione. Intanto in serie C maschile l'Ecocell Agira è pronta a ricevere per la tredicesima di campionato l'Aquila Bronte e per i ragazzi di mister Millauro e i tanti tifosi si prospetta una domenica di spettacolo tra due delle più forti formazioni del girone. Mentre i diavoli Rossi Nicosia a Sant'Agata Li Battiati contro il fanalino di coda Gupe avranno la possibilità di far muovere la classifica prima del giro di boa. Nella serie D femminile sia kentron Enna che Naf Nicosia dovranno vedersela rispettivamente contro Solo Sport Raffadali e a Nicosia , Ultima Tv . Due formazioni ostiche contro le quali però non sarà impossibile uscire con il bottino pieno. Per ciò che riguarda i campionati organizzati dal comitato territoriale  di Catania c'è da registrare subito che la seconda giornata del campionato di prima div maschile prevede già l'incontro di cartello che si disputerà a Caltagirone tra Oradonbosco e Kentron Enna mentre il Tarblitz giocherà a Bronte. Nella prima divisione femminile , detto che Pallavolo Caltagirone a Troina avrà la possibilità di conquistare la vetta della classifica , è nel centro/coda che si disputeranno le partite che , a due giornate dalla fine del girone di andata, avranno qualcosa da dire. Si inizierà sabato pomeriggio quando a Gravina , Pasta fresca Ciraulo cercherà di bissare il successo della scorsa settimana aspettando il risultato della gara che si giocherà domenica sera a Regalbuto dove il team Amèselon dovrà necessariamente battere il Ro.Va Volley per evitare sorprese in classifica, soprattutto in caso di vittoria delle ragazze di Randazzo, le quali poi a sua volta ospiteranno proprio Amèselon nell'ultima di andata. 

Gli Operatori ex Sportelli Multifunzionali, Esperti in Politiche Attive del Lavoro, annunciano, a partire da lunedì, 22 gennaio 2018 alle ore 9.00, un sit-in permanente giorno e notte in Piazza Indipendenza e un nuovo sciopero della fame per sensibilizzare il governo e i deputati tutti sull'insostenibile situazione di indigenza nella quale versano, una situazione che va oltre l'emergenza sociale. Lavoratori, che non godono più di alcun sostegno al reddito, il cui ultimo giorno di lavoro risale al 9 aprile 2015. Famiglie che rischiano di perdere la loro casa e ingrossare gli invisibili senza tetto che popolano i portici delle città siciliane.
I lavoratori chiedono con forza al governo attuale di essere consequenziale al loro precedente sostegno dai banchi della minoranza e di applicare l'art. 13 della legge regionale n. 8 del 2017. Norma nata dalla loro volontà, nell'accogliere le proposte degli Operatori ex Sportelli Multifunzionali, costata sacrifici inenarrabili. Questa norma che comprende, non solo il potenziamento dei centri per l'impiego in tema di implementazione delle politiche attive già deliberati in giunta nel settembre 2017, ma anche servizi specialistici nei confronti di un target di soggetti svantaggiati, già deliberati nel dicembre 2016 e giugno 2017, produce un duplice effetto: offrire i servizi agli utenti finora negati e rimettere al lavoro una platea di lavoratori per troppo tempo penalizzata.
I lavoratori chiedono l'utilizzo di tutta la platea storica in base al citato art. 13, utilizzando tutte le risorse attraverso un unico progetto articolato che comprenda sia misure di politiche attive, sia misure sullo svantaggio. La soluzione chiesta è scritta nella stessa norma, la stessa norma indica datore di lavoro, coperture economiche e operatori da selezionare valorizzandone l'esperienza. Figure a suo tempo riqualificate con risorse regionali, dietro selezione, e utilizzati per più di un decennio nella pubblica amministrazione in appoggio ai centri per l'impiego in tema di politiche attive. Lavoratori usati per lungo tempo e poi scaricati per volontà del precedente governo. 
Le complicazioni dichiarate dall'assessore al ramo, risultano incomprensibili e tuonano come una beffa. Mai accetteranno la giungla del "mercato libero" e lotteranno con tutte le loro forze per scongiurare manovre che possono annullare gli effetti di una norma scritta con le lacrime, il sangue e la polvere. 
I lavoratori non chiedono un sussidio, ma lavoro vero e duraturo nel rispetto della loro dignità professionale e contrasteranno qualsiasi forma d'infiltrazione esterna che possa pregiudicare un percorso già scritto e delineato.
Gli Operatori liberi ex Sportelli Multifunzionali 

I giornali già ne parlano e prossimamente se ne discuterà nel corso del prossimo consiglio comunale a Regalbuto. Cosa sono gli impianti di biomasse o biogas ? Possiamo definirla energia da fonte rinnovabile? Le centrali a biomasse funzionano per combustione: a temperature che di solito superano gli 800°C, trasformano la materia delle biomasse (solide o liquide) in energia sotto forma di calore.  Il calore alimenta una caldaia che può fornire riscaldamento o produrre il vapore necessario per azionare una turbina e produrre energia elettrica (che rappresenta il 25-30% del potenziale energetico dell’impianto. Per saperne di più vi rimandiamo a due  siti che ci sono sembrati interessanti, in modo  che ognuno può farsi una idea ben precisa. 

Leggi qui.       E anche qui 

Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.