"La burocrazia incide sull'allevamento in Sicilia e sta portando all’impoverimento delle aree interne, spopolamento e abbandono dei nostri territori," L'intervento di Daniela Catalano .

Maggio 31, 2024 134

 Oltre alla siccità, uno dei principali ostacoli per gli allevatori siciliani è la complessità burocratica. La burocrazia può rallentare significativamente le operazioni quotidiane, limitare l'accesso ai fondi e ai sussidi, e creare una serie di complicazioni amministrative che aumentano lo stress e i costi per gli allevatori e agricoltori . Questo articolo esamina come la burocrazia incide sull'allevamento in Sicilia e sta portando all’impoverimento delle aree interne, spopolamento e abbandono dei nostri territori, della nostra cultura e delle nostre tradizioni. Una per tutti è la TRADIZIONE DELLA TRANSUMANZA.

 La presenza di normative a livello europeo, nazionale e regionale crea una rete complessa di regole che spesso sono sovrapposte o contraddittorie. Questo rende difficile per gli allevatori, agricoltori, pescatori navigare tra le varie disposizioni legislative e soddisfare tutti i requisiti.

 La lentezza dei processi amministrativi per ottenere permessi, autorizzazioni e accesso ai fondi è un problema comune. Le lunghe attese per la gestione delle pratiche burocratiche possono ritardare investimenti e progetti cruciali per lo sviluppo dell'allevamento.

La scarsa comunicazione e il coordinamento tra i diversi enti e dipartimenti che si occupano di agricoltura e allevamento aggiungono ulteriori difficoltà. Il comparto  si trova a dover interagire con numerosi uffici per completare una singola pratica, pertanto la burocrazia e le scelte dei politici

rappresentano le sfide per la nostra isola, mettendo a dura prova la sostenibilità economica delle aziende e la qualità della vita degli animali. La carenza d'acqua influisce direttamente sulla disponibilità di risorse fondamentali come il foraggio e l'acqua potabile, compromettendo la salute del bestiame e la produzione complessiva. Questo articolo approfondisce le cause, gli effetti e le possibili soluzioni per gli allevatori siciliani colpiti dalla siccità.

Cause della Siccità

  1. Cambiamenti Climatici: L'aumento delle temperature globali e le alterazioni nei modelli di precipitazione stanno rendendo la siccità più frequente e intensa in Sicilia. L'isola sta sperimentando estati più calde e inverni meno piovosi, riducendo le riserve idriche disponibili.
  2. Gestione Inefficiente delle Risorse Idriche: La gestione delle risorse idriche in Sicilia presenta numerose inefficienze, con infrastrutture obsolete e perdite d'acqua elevate. La mancanza di sistemi di raccolta e stoccaggio delle acque piovane aggrava ulteriormente il problema.
  3. Sfruttamento eccessivo delle Risorse: L'agricoltura intensiva e l'urbanizzazione crescente stanno esercitando una pressione crescente sulle risorse idriche disponibili. Il sovrasfruttamento degli acquiferi riduce la disponibilità di acqua per gli allevamenti.

Effetti della Siccità sugli Allevatori

  1. Riduzione della Produzione di Foraggio: La siccità riduce la crescita delle colture foraggere, fondamentali per l'alimentazione del bestiame. Questo costringe gli allevatori a comprare foraggio a prezzi elevati, aumentando i costi operativi e riducendo i margini di profitto.
  2. Stress Idrico per il Bestiame: La carenza d'acqua potabile influisce negativamente sulla salute e sul benessere degli animali. Lo stress idrico può portare a una riduzione della produzione di latte, problemi di fertilità e un aumento della mortalità.
  3. Deterioramento delle Condizioni di Vita degli Allevatori: La siccità prolungata costringe gli allevatori a lavorare di più per garantire acqua e cibo agli animali, peggiorando la qualità della vita. Inoltre, le difficoltà economiche possono portare a indebitamento e abbandono delle attività.

Soluzioni Potenziali

  1. Tecnologie di Risparmio Idrico: L'implementazione di sistemi di irrigazione efficienti, come l'irrigazione a goccia, e l'uso di sensori per monitorare l'umidità del suolo possono ottimizzare l'uso dell'acqua nelle aziende agricole e allevamenti.
  2. Raccolta e Stoccaggio delle Acque Piovane: Costruire infrastrutture per la raccolta e lo stoccaggio delle acque piovane, come cisterne e bacini, può garantire una riserva idrica durante i periodi di siccità.
  3. Rotazione delle Colture e Pratiche Agroecologiche: L'adozione di pratiche agroecologiche e la rotazione delle colture possono migliorare la fertilità del suolo e la capacità di ritenzione idrica, rendendo i sistemi di produzione più resilienti alla siccità.
  4. Supporto Finanziario e Politico: Le istituzioni dovrebbero fornire sostegno finanziario agli allevatori attraverso sussidi, crediti agevolati e assicurazioni contro la siccità. Politiche mirate possono incentivare l'adozione di tecnologie sostenibili e pratiche di gestione delle risorse idriche.
  5. Formazione e Consulenza: Programmi di formazione e consulenza possono aiutare gli allevatori a implementare tecniche di gestione sostenibile delle risorse idriche e a migliorare la loro resilienza alle condizioni climatiche avverse.

Conclusione

La crisi agricola e dell'allevamento in Sicilia rappresenta una sfida complessa che richiede un approccio multidimensionale. È necessario un impegno congiunto da parte delle istituzioni, dei produttori e della società civile per affrontare le cause profonde della crisi e promuovere un futuro sostenibile per l'agricoltura e l'allevamento siciliani. Solo attraverso l'innovazione, il sostegno politico e la valorizzazione delle risorse locali sarà possibile rilanciare questi settori vitali e preservare il patrimonio culturale e ambientale della Sicilia.

Ultima modifica il Venerdì, 31 Maggio 2024 13:05
Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.