Notizie monotematiche....

Febbraio 21, 2019 1405

Vi è mai capitato di assistere a una delle tante trasmissioni televisive politiche e cambiare subito canale? In genere quali sono gli argomenti più trattati? Tav , Migranti , Salvini e 5 Stelle sono quelli che occupano le prime posizioni. In pratica la scelta editoriale di alcuni canali televisivi si basano essenzialmente su dibattiti dove i temi principali sono basati essenzialmente sulla dimostrazione che l'attuale governo giallo / Verde non fa altro che litigare su ogni argomento , che i 5 stelle sono il male assoluto dell'Italia e Salvini è il demonio in persona che ci porterà alla dittatura. Su questo Governo mai una notizia positiva. Vi siete chiesti il perchè ? Semplice. La scelta editoriale televisiva e di alcuni quotidiani dipende da due fattori: lal numero di spettatori e lettori , oppure dalle scelte dell'editore. Vale a dire. Se un programma televisivo fa poca audience verrà automaticamente chiuso. Se l'editore è legato ad una parte politica del paese " inviterà" i propri giornalisti a parlare di argomenti monotematici se la parte politica è all'opposizione, argomenti plurali se la parte politica è al governo. Il vantaggio del possedere una televisione oggi però è quello di poter tenere in mano il telecomando e siccome , fortunatamente, oggi la scelta è piuttosto ampia ognuno di noi ha la possibilità di cambiare canale . Di chi fidarsi dunque ? Leggo spesso e solamente la cronaca locale sui quotidiani. Forse perchè scrivevo per un giornale come corrispondente. Perchè sapete , secondo me l'unico che rispetta il codice deontologico del giornalista  è proprio il corrispondente locale. sottopagato, quasi sempre a rischio denuncia e minacce, che si fa in quattro per essere presente alle manifestazioni rinunciando magari ad uscire con la famiglia a mangiare una pizza. Sapete che penso ? Penso che se un giornale o una televisione affronti il tema delle strade e delle ferrovie al Sud si riempirebbero libri interi fatti di argomenti che spaziano dalla corruzione alla malapolitica , al perchè mancano i fondi per aggiustarle, fino ad arrivare ai perchè è proprio il Sud a pagare il prezzo dell'emigrazione e della mancanza di investimenti. Dico che se si parlasse della situazione delle scuole si scoprirebbero argomenti che vanno dal fatto che una scuola non può acquistare 80 euro di materiale elettronico , che l'edificio cade a pezzi e le aule con vecchi banchi ma anche che bisogna rinnovare la classe insegnanti e aumentare il personale Ata. Dico che si parlasse più spesso della condizione che vivono oggi le famiglie non più capaci di reggere un livello di vita dignitoso , che se si parlasse dei 5 milioni di poveri, che le mense per i poveri si basano sulle offerte volontarie della gente, si potrebbero mettere in luce argomenti sociali che fanno parte del nostro quotidiano. Dico che se si affrontasse il tema dei migranti aumentando le inchieste sul lavoro nero e sullo sfruttamento che loro malgrado subiscono e sulle loro condizioni igieniche e di sicurezza delle baracche si eviterebbero i morti per incendi , più sicurezza nel lavoro e maggiore dignità a queste persone che come noi meridionali scappano dalla povertà. Questi però sono argomenti che non interessano agli editori e a certa stampa e giornalisti. Parlano di Salvini perchè hanno paura di affrontare altri argomenti, pur sapendo che Salvini sarà il prossimo primo ministro perchè oggi non esiste una nuova proposta politica a sinistra degna di tale nome. Fanno finta di litigare nell televisioni al solo scopo di aumentare gli ascolti pur sapendo che quel modo di affrontare rabbiosamente gli argomenti distoglie lo spettatore a dimenticare che al mattino si deve alzare per cercare un lavoro o per difenderlo da stupidi imprenditori che delocalizzano altrove, per dimenticare che molte persone , troppe , vivono disagi sociali al limite del suicidio. Per non far ricordare loro che chi sta bene e ha un lavoro strapagato e chi si trova a governare in politica a qualsiasi livello dimentica troppo spesso e preferisce scappare che affrontare. 

Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.