"Quello che e' accaduto al cimitero dei canadesi e' gravissimo, mi indigna e mi fa vergognare come regalbutese, siciliano e italiano " di Angelo Plumari

Agosto 09, 2015 2955

Mangiare sulle tombe dei morti è una tradizione antichissima di millenni, che in molte culture si è fatto e si fa, quindi che alcuni lo abbiano fatto anche al cimitero dei canadesi di Agira ci potrebbe pure stare. Quello che però non è accettabile ed ammissibile è che si lasci l’immondizia. Questo è segno di inciviltà, così come quando lo si fa in un qualunque luogo pubblico (basti pensare al Piano Arena di Regalbuto). Ma questo non è un qualunque luogo pubblico, ma il luogo dove tanti giovani canadesi sono morti dopo aver sacrificato la loro vita nella nostra terra, lontani dalla loro terra, per la conquista di quella libertà di cui anche noi oggi usufruiamo anche se non ce ne rendiamo più conto, tanto è scontata!Se poi sono stati alcuni “pellegrini” regalbutesi (vista la presenza di un ramo di alloro tra i rifiuti!) allora lo ritengo paradossale. Infatti, ho imparato e insegnato che la religiosità popolare ha infinite espressioni, ma tutte rispettose della “sacralità” di Dio, dell’uomo e della vita. Credo che ogni devoto che vada a prendere l’alloro e partecipi alla processione, esprima questa devozione multiforme e sia degno di rispetto.

Allora mi chiedo: se quelli che hanno profanato il cimitero dei canadesi con la loro immondizia erano pellegrini che sentivano di “onorare” con il loro “viaggio” il proprio santo protettore Vito, come mai non hanno sentito il “pudore” di rispettare la sacralità del luogo dove sono sepolti dei morti? Vi è una sola risposta possibile: questa gente, oltre ad essere ignorante, non è in grado di esprimere nessuna devozione e qualunque gesto religioso da parte loro è falso e insignificante e frutto solo di una sorda materialità incapace di esprimere rispetto in generale.

In ogni caso quello che è accaduto al cimitero dei canadesi è gravissimo, mi indigna e mi fa vergognare come regalbutese, siciliano e italiano e per queste irriducibili espressioni di “sottosviluppo” chiedo scusa per costoro al Popolo Canadese.

 Angelo Plumari

Da regalbutese e da studioso delle tradizioni religiose popolari siciliane

Ultima modifica il Venerdì, 23 Ottobre 2015 12:34
Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.