REGALBUTO . BOLLETTE TIA . IL SINDACO BIVONA CHIEDE SPIEGAZIONI ALL'ATO .

Gennaio 15, 2013 906

In considerazione delle dichiarate intenzioni del Governo Regionale per la gestione del servizio di Raccolta dei rifiuti solidi urbani, ma soprattutto per degli avvisi di pagamento TIA 2006 recapitati in questi ultimi giorni ai cittadini di Regalbuto, il Sindaco di Regalbuto Francesco Bivona ha richiesto all’Ato la convocazione di una assemblea per discutere e chiarire alcuni aspetti, tra i quali la legittimità degli avvisi di pagamento relativi all’anno 2006 ed i relativi termini di interruzione della possibile prescrizione, la legittimità della tariffa richiamata nella bollettazione (anno 2006), chiarimenti sulle modalità di recapito degli avvisi come l’assenza della data di notifica, tempi e metodi della consegne, informazioni sulla società di riscossione, ed infine l’ambiguità della grafica dell’avviso che richiama, agli occhi del cittadino, il Comune di riferimento e non l’Ato Enna Euno.“Si è già perso troppo tempo - dichiara il Sindaco Francesco Bivona - Sono importanti questioni che insieme alla presunta assunzione dei 429 dipendenti in forza a Sicilia Ambiente vanno subito discusse in assemblea. È inammissibile vessare ulteriormente i cittadini di bollette, tante non dovute perché già pagate ed altre probabilmente dovute ma da dimostrare, con una totale confusione anche nel frontespizio della bolletta che richiama i comuni di riferimento provocando di fatto l’intasamento degli uffici tributi comunali che non possono dare alcun informazione in merito. Una maggiore attenzione, valutazione giuridica e comunicazione anche nei confronti dei Sindaci forse avrebbe risolto tante incongruenze ed evitato disagi ai cittadini dei nostri comuni. Premesso che i servizi vanno pagati poiché elargiti e nello specifico il servizio di raccolta dei rifiuti del 2006, visto che il termine di pagamento delle bollette non è perentorio credo sia urgente un incontro in Assemblea Ato per chiarire tutte le questioni di legittimità ed evitare ricorsi di massa. Riferirò pubblicamente quanto discusso in assemblea.”

Ultima modifica il Giovedì, 24 Gennaio 2013 12:00
Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.