Si possono ipotizzare le tre liste ? Le convergenze parallele.

Novembre 23, 2021 199

Si discuteva e qualcuno ha posto la domanda sull'ipotesi di una terza lista alle prossime elezioni amministrative comunali. In politica tutto è possibile , ricordiamolo sempre. Nell'attuale metodo elettorale del nostro Comune qualunque  siano le liste in campo vince chi avrà preso il maggior numero di voti con una maggioranza di consiglieri comunali che garantisce ( non sempre ) la governabilità. C'è il rischio dunque di una terza lista ? Rispondo di si e forse anche di una quarta. Se ciò si realizza però vuol dire che le forze in campo non hanno saputo trovare argomenti validi che uniscano verso comuni obiettivi , magari sotto la spinta di " veti incrociati" che risorgono dalle passate tornate elettorali. Il tempo mi riporta quando da taluni partiti e movimenti politici si biasimava il termine " convergenze parallele" , in un proporzionale puro dove le alleanze erano necessarie per dare un Governo alla nazione. Se mi lasciate passare il termine , direi che le convergenze parallele applicate oggi , nella formazione delle alleanze prima delle elezioni potranno agevolare la formazione di due liste ( per me auspicabili) in questo modo costituite  dalla più ampia convergenza di forze politiche che abbiano trovato una sintesi per raggiungere un unico obiettivo. Le convergenze parallele , come è nel termine democristiano, lascia intatta la natura e gli ideali  ( sic ! ) dei partiti e dei movimenti convergendo senza toccarsi su un unico programma da raggiungere. Oggi si può comodamente ipotizzare la convergenza a destra . E che dire della storica convergenza del Movimento 5 Stelle con il PD e i partiti dì sinistra ? Ma torniamo a Regalbuto. Cioè nella nostra realtà. Dove difficilmente si dimentica e dove affermare " mai con ..." impedisce di fatto il dialogo e la sintesi sulle cose che si vogliono realizzare . Ho il dubbio - perdonatemi se insisto - che durante gli incontri che si svolgono già da tempo , si cerchi disperatamente il nome del prossimo candidato a Sindaco che discutere su ciò che ognuno vuole realizzare per il futuro della città. Ho la sensazione che nel corso di questi incontri riemergono fatti del passato e di un recente presente che impediscono di convergere. A divergere diventa la natura umana e non la ragione politica. Se si supera questo ostacolo allora si discuterà dei programmi. Se prevarranno le divergenze personali invece c'è la reale possibilità che si formino tre liste. Una avrà vinto. L'altra arriverà seconda , La terza è stato un piacere partecipare. 

Ultima modifica il Martedì, 23 Novembre 2021 14:45
Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.