La cassatella di nonna Mariannina.

Febbraio 12, 2019 2726

Lungi dal creare equivoci , diciamo subito che la " Cassatella di Agira" è il dolce che negli anni ha conquistato i palati di quanti amano i dolci tipici che la nostra terra offre. Oggi la trovi ovunque nei bar , negli autogrill , nei ristoranti e del resto non è da poco aver vinto il premio Luigi Veronelli ed è stata riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf). La Cassatella mi riporta indietro nel tempo quando mia madre preparava quel dolce tipico del suo paese prima delle feste di Natale , dolce che a Regalbuto era quasi sconosciuto.  Anche la mamma del mio amico Nino , la signora Mariannina, nello stesso periodo , oltre ai "cucciddata di fichi o di miele" tipici della tradizione di Regalbuto , preparava per la sua famiglia la cassatella il cui impasto però era fatto esclusivamente di mandorle, che pur rassomigliando nella forma alla cassatella di Agira si diversificava appunto dall'impasto e dunque dal colore e dal gusto più marcato ed esclusivo della mandorla. Un tentativo forse di scardinare la segretezza dei passaggi custoditi gelosamente e tramandati di generazione in generazione dagli abitanti di Agira ? Forse. Fatto sta che in famiglia quel dolce era apprezzato da tutti. A riportarla in vita oggi il figlio e pasticciere Orazio Bonina, nel suo Bar in piazza Vittorio Veneto , il quale ha usato gli stessi ingredienti di allora e la maestria di Nonna Mariannina. I territori siciliani possono vantare ancora oggi dolci che seppure nel tempo siano stati dimenticati  rappresentano prodotti di nicchia e l'auspicio è quello di realizzare una rete di Città che inducono gli appassionati viaggiatori ad andare ad acquistare e degustare e/o apprezzare i prodotti nelle loro zone di produzione, per promuovere l’offerta integrata “del” e “nel” territorio, piuttosto che mettere su strada le merci. Un viaggio che può partire da Agira per estendersi lungo le statali di questa parte del territorio dove la riscoperta delle antiche ricette e della storia potrebbe creare quel flusso di persone che forse, dico forse, contribuirebbe al loro rilancio. 

Image
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale , ai sensi della legge n° 62 del 7/3/2001.